Grandangolo su Salerno

VERSO I FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN MATTEO

Avvicinandosi il mese di settembre è ripresa la discussione su quanto accaduto negli ultimi anni in occasione dei festeggiamenti in onore di San Matteo.

In particolare si discute sulla eventualità che l’Amministrazione Comunale riprenda a consentire l’effettuazione dei fuochi d’artificio a conclusione dei festeggiamenti per il Santo Patrono e si esprimono opinioni circa la opportunità che la statua di San Matteo entri nell’atrio del Municipio.

Con questa mia breve nota non intendo pronunciarmi circa le soluzioni più opportune quanto, invece, esprimere un parere sul metodo che secondo me dovrebbe essere utilizzato per giungere a delle decisioni serene e non cariche di risentimenti tra i due enti interessati.

Se la Curia Arcivescovile e la Giunta Comunale si danno reciprocamente atto che ogni decisione è priva di ragioni polemiche non dovrebbe essere difficile giungere a scelte accettate sia pur, eventualmente, non condivise.

Nel merito l’Amministrazione Comunale dovrebbe decidere se in occasione di una festa che coinvolge moltissimi cittadini, quelli che hanno fede e ritrengono San Matteo loro Patrono, sia opportuno dare un segno di partecipazione ai festeggiamenti donando, a conclusione di essi, lo spettacolo dei fuochi pirotecnici a mare.

La decisione dovrebbe tener conto, cioè, solo del rapporto tra Amministrazione e cittadini.

La posizione della Curia Arcivescovile è più semplice perchè deve decidere solo  su ciò chi riguarda il significato liturgico della processione senza altra preoccupazione.

E’ evidente che ogni fatto esterno a quello liturgico è poco importante e non è tale da poter far modificare la decisione più opportuna.

Seguendo questi semplici criteri, probabilmente banali, i festeggiamenti in onore di San Matteo tornerebbero ad essere un momento nel quale credenti e non credenti trovano anche l’occasione per sentirsi tutti parte della comunità salernitana.

Luigi Bove

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *