Grandangolo su Salerno

SPAZI E GESTIONE COMUNALE

Si è tenuto nel fine settimana scorso l’evento “Fantaexpo 2017” presso il parco dell’Irno e il Teatro Ghirelli di Salerno.

La manifestazione ha visto come l’anno precedente una serie di significative presenze: fumetti, cosplayer e concerti, quasi tutti scaturiti dal mondo dell’immaginario narrativo tipicamente giapponese di manga e “graphic novel”.

L’evento aveva comunque suscitato molte polemiche per come è stato organizzato, per lo spazio concesso all’associazione che ha ricevuto il parco dal Comune: si è pagato un biglietto di 7 euro a fronte di un utilizzo di un’area così grande e importante.

Altre manifestazioni che aspettavano da tempo di avere la concessione del Parco dell’Irno da parte dell’amministrazione sono state rinviate di qualche settimana oppure a data di destinarsi. Ricordiamo, ad esempio, la bella esperienza di “BeerStreat” dell’anno scorso, la manifestazione culinaria e birraria che ha dato spazio a tante realtà produttive artigianali di pub e birrifici locali, un evento che aveva riscosso un grande successo ma non è stato tenuto in considerazione dalla giunta comunale, che ha invece, evidentemente, deciso di puntare tutto sui fumetti.

La questione di come e perché vengono affidati gli spazi comunali alle associazioni rappresenta un punto critico da anni nella città, spesso abbiamo gruppi legati politicamente al comune o all’esponente politico di turno che sembra godano di una corsia preferenziale, mentre realtà indipendenti e significative sono mortificate e ridotte a scomparire o andare in altre città.

Come Grandangolo su Salerno siamo da sempre attenti alle varie espressioni associative e sociali del nostro territorio, abbiamo documentato già in passato come i finanziamenti che arrivano a queste realtà siano gestite in maniera non sempre aperta e partecipativa, non allargando la crescita dell’impegno sociale dei cittadini ma andando verso un’omologazione e una riduzione a pochi centri politici dell’uso dei beni comunali.

Ci auguriamo quindi che il Parco dell’Irno e il Teatro Ghirelli possano ospitare in futuro alle stesse favorevoli condizioni anche altri eventi che interessano la cittadinanza e coinvolgono i salernitani.

 

Grandangolo su Salerno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *