Grandangolo su Salerno

Associazione Coordinamento Solidarietà e Partecipazione

L’Associazione Coordinamento Solidarietà e Cooperazione è costituita da docenti di ogni ordine e grado ed è nata a Salerno con lo scopo di:

  1. a)  organizzare e gestire iniziative di formazione e aggiornamento – rivolte prioritariamente al personale della scuola, in particolare ai docenti  – per la promozione e la diffusione dell’educazione alla pace, alla nonviolenza, alla giustizia e alla legalità, all’intercultura, alla solidarietà e alla pedagogia della memoria;
  2. b) informare e sensibilizzare i componenti delle comunità scolastiche (studenti e genitori), i cittadini e le istituzioni, sia pubbliche che private, su: 1) la cultura della memoria, in particolare degli eventi più importanti del ‘900; 2) un diverso rapporto economico con i Paesi poveri del mondo; 3) una cultura ed una sensibilità che mirino alla salvaguardia della natura e delle sue risorse, alla difesa della salute, per un’etica della sobrietà e dell’uso responsabile delle risorse.

I corsi privilegiano una metodologia che coinvolge attivamente i partecipanti nella sperimentazione dei contenuti proposti attraverso laboratori, lavori di gruppo, role-play, simulazioni. Si rivolgono essenzialmente a docenti che intendono riqualificare la propria formazione personale e professionale nell’ambito dei cambiamenti proposti dalla scuola dell’autonomia; a studenti della scuola dell’obbligo e della secondaria superiore  per una migliore conoscenza di sé e dell’altro, per lo sviluppo dell’autostima e della capacità di rapportarsi agli altri in modo non competitivo, per il riconoscimento della diversità come risorsa; a genitori interessati a migliorare il rapporto con i loro figli attraverso tecniche relazionali efficaci.

Inoltre, attraverso il progetto “ DIAMO UN FUTURO ALLA MEMORIA”, l’Associazione dal 1996 propone a studenti, insegnanti e cittadini della nostra provincia elementi di riflessione e documentazione su un avvenimento cruciale della storia umana quale la deportazione politica e razziale perpetrata dal nazismo e dal fascismo. Una proposta certo non facile, ma che oggi si rivela più che mai attuale.

Diamo un futuro alla memoria mette a disposizione delle Scuole e degli Enti interessati materiale didattico (mostre, testi, video), organizzazione di seminari ed incontri con ex deportati e studiosi, percorsi di approfondimento, itinerari per gite d’istruzione che abbiano ad oggetto luoghi della memoria, sia nazionali che internazionali. L’associazione ha realizzato una mostra interattiva” Qui non ho visto nessuna farfalla”attualmente  collocata presso il Museo dello sbarco e che costituisce parte integrante della sezione permanente della Shoah.

Per qualsiasi informazione consultare il sito Internet http://www.cscsalerno.org.